L’etereum che fluisce fuori dalle borse

L’etereum che fluisce fuori dalle borse e nei contratti intelligenti

I ETH bloccati in contratti intelligenti sono aumentati da giugno a ottobre. Ora i commercianti dei PF si stanno prendendo una pausa.

  • Il numero di ETH con contratti intelligenti è passato dall’11% di giugno a oltre il 16%.
  • L’etere nelle borse è passato da 19.000 in agosto a meno di 16.000 attualmente.
  • L’utilizzo di contratti intelligenti ha raggiunto il livello massimo in ottobre, anche se rimane vicino al suo massimo storico.

L’ecosistema dell’Etereum nel 2020 è stato testimone di un’esplosione di DeFi che ha contribuito a far salire il prezzo dei ETH lanciando nuovi gettoni potenzialmente redditizi. Ma Bitcoin Era ora i commercianti devono chiedersi: cosa fare di tutto questo ETH ora che il suo prezzo sta salendo e i protocolli DeFi sono tornati in vita?

Secondo i dati di Glassnode, la quantità di Ethereum detenuta nelle borse è in calo dalla fine di luglio 2020. Nel frattempo, la percentuale di Ethereum depositata nei contratti smart, dove può potenzialmente generare interesse per i protocolli DeFi, è in aumento da giugno.

Nel corso di alcuni mesi l’offerta di ETH seduti in contratti smart è passata dall’11% al 17%, mentre i ETH in scambio sono passati da 19.000 ETH a 15.500 ETH.

Fino al mese scorso. Ottobre ha mostrato una leggera variazione: Mentre i PF hanno continuato ad uscire dalle borse centralizzate, il numero di depositi ai contratti smart è rimasto relativamente stabile; la DeFi ha smesso di crescere.

Pedro Febrero, fondatore di Bityond e ricercatore di Quantum Economics, ha detto a Decrypt: „Quello che sospetto stia succedendo è la stessa cosa che sta succedendo con Bitcoin: in sostanza, stiamo notando un numero crescente di monete che vengono tolte dalle borse in portafogli privati“.

E continuò: „Molto probabilmente, queste entità non hanno interesse a vendere a breve termine.“

Siate i primi a provare il nostro gettone di ricompensa.

Guadagnare gettoni passivamente come si legge. Spendete i vostri gettoni nel nostro negozio.

Questo, naturalmente, ha un impatto sui mercati, poiché una diminuzione dell’offerta può generare un aumento dei prezzi, poiché c’è più concorrenza tra gli acquirenti. Questo è ciò che Chainalysis ha riportato oggi con Bitcoin.

Ma non è proprio nella stessa misura. Questo perché, mentre la percentuale di ETH nei contratti intelligenti si è stabilizzata, è ancora vicina ai massimi storici. Secondo Chainalysis, „l’etereum… sta diventando più liquido, si sta spostando verso portafogli che non solo commerciano frequentemente, ma che sono anche abbastanza nuovi“.
Cambiamento dell’offerta di Ethereum in base alla liquidità e all’età del portafoglio da marzo a novembre 2020

Negli ultimi otto mesi, ha detto, „oltre 8 milioni di ETH si sono spostati in portafogli di liquidi vecchi di meno di un mese al momento dell’acquisizione“.

Naturalmente, i commercianti possono lasciare che il loro ETH si stabilisca a lungo termine in un contratto intelligente DeFi. Indipendentemente da ciò, con il prezzo dell’Etere che raggiunge livelli che non si vedono dal 2018, ai titolari va bene prendersi una pausa finché il prezzo continua a salire.

Related Post